FAQ

Una lista di domande e risposte frequenti su Swiss Climate Challenge.

1. Cos’è la Swiss Climate Challenge?

La Swiss Climate Challenge rappresenta un semplice tool che consente di monitorare, confrontare e migliorare la propria mobilità e l’impronta climatica associata. Il tutto sullo sfondo della sfida globale di dimezzare grosso modo le emissioni di CO2 entro il 2030 e di raggiungere la quasi totale neutralità climatica entro il 2050.


2. Qual è l’obiettivo della Swiss Climate Challenge?

La mobilità è (fonte: inventario dei gas serra dell’UFAM e microcensimento dell'UST) responsabile di circa il 50% delle emissioni personali di CO2 da parte degli abitanti della Svizzera. Questo include i viaggi aerei e i viaggi all’estero, che a loro volta rappresentano CO2 circa la metà delle emissioni derivanti dalla mobilità. La Swiss Climate Challenge è un’iniziativa che prende il via da qui e mira a stimolare aziende e individui privati a ridurre le emissioni di CO2 derivanti dal proprio comportamento in termini di mobilità.

3. Chi c’è dietro la Swiss Climate Challenge?

La Swiss Climate Challenge è un’iniziativa di Swisscom, Postfinance, Pionierfonds Migros e SvizzeraEnergia. La Swiss Climate Challenge è stata programmata di Swisscom . La Swiss Climate Challenge è inoltre sostenuta da MOTIONTAG, che ha sede a Potsdam (Germania). Questa azienda di tecnologia è pioniere nel campo del tracciamento della mobilità. Ringier e Bluewin sono i media partner, ma anche aziende, città, comuni, scuole o eventi possono farsi promotori della Swiss Climate Challenge.

4. Cosa può fare il tool?

Il tool, che può essere integrato nelle app, traccia il comportamento dell’utente in termini di mobilità, previo opt-in attivo, in base a dati relativi alla posizione e allo spostamento registrati automaticamente da un telefono cellulare. In questo modo è possibile determinare come la persona si sta muovendo.

Con l’aiuto dell’applicazione, l’utente determina con maggior precisione e in modo divertente l’impatto del suo comportamento sul clima, può confrontarsi con gli altri, migliorare e ricevere ricompense (vedere la prossima sezione nelle FAQ) per il completamento di sfide definite.  La Swiss Climate Challenge accompagna l’app con la comunicazione e fornisce incentivi per migliorare l’impronta climatica personale. Il calcolo delle emissioni di CO2 e del consumo di energia si basa sui fattori riconosciuti dall’Ufficio federale dell’energia di www.mobitool.ch.

L’app è a disposizione di tutti e non solo dei clienti Swisscom.

Quali ricompense ricevono gli utenti della Swiss Climate Challenge?

La Swiss Climate Challenge stabilisce dei compiti (chiamati «sfide» nell’applicazione) per incentivare un comportamento rispettoso del clima, in cui i partecipanti possono vincere i cosiddetti Green Point o Green Coin, raggiungendo determinati obiettivi riguardanti le emissioni di CO2 e il comportamento di mobilità. Alcune sfide si attivano automaticamente dopo aver effettuato l’opt-in, mentre altre richiedono la registrazione separata nell’area corrispondente.

I Green Point mostrano quanti compiti un utente ha già completato con successo nella Swiss Climate Challenge. Servono solo come incentivo per confrontarsi con gli altri e non hanno alcun valore materiale personale per l’utente. I Green Point di tutti i partecipanti alle sfide pubbliche possono essere sommati per contribuire a un progetto benefico senza scopo di lucro, ad esempio per la protezione del clima. Il relativo contributo viene poi finanziato da uno o più dei promotori della Swiss Climate Challenge o da altri sponsor.

Le Green Coin possono essere distribuite agli utenti quando uno sponsor (ad esempio un’azienda, un comune, una città ecc.) offre una somma di denaro per un gruppo di persone (ad esempio i collaboratori di una società o gli abitanti di una città o di un comune). Questo importo può essere distribuito tra i membri del gruppo di persone definito portando a termine determinati compiti (le «sfide», vedere sopra).

Le Green Coin sono emesse da PostFinance SA, hanno un valore di un franco svizzero ciascuna e possono essere spese solo sul mercato della Swiss Climate Challenge (chiamato «Ricompense» sull’app) per prodotti e servizi sostenibili o donazioni. Il valore equivalente delle Green Coin viene depositato 1:1 in franchi svizzeri su un conto presso l’emittente.

Le Green Coin mirano a premiare grandi gruppi di persone per un comportamento rispettoso del clima. Per quanto riguarda le restrizioni sull’uso delle Green Coin, si rimanda alle Condizioni di impiego. CG - Swiss Climate Challenge


5. Blockchain e sostenibilità: come conciliarle?

La nostra Green Coin ha il vantaggio di funzionare sulla Chain privata permissioned, ovvero autorizzata, (Hyperledger Fabric) della Posta Svizzera e di Swisscom. Pertanto, richiede molta meno energia di una blockchain pubblica ed è paragonabile ad altre applicazioni che gestiamo. Inoltre, i centri di calcolo della Posta e di Swisscom sono alimentati al 100% da energie rinnovabili.

6. Con quali applicazioni può essere utilizzata la Swiss Climate Challenge?

In linea di principio, la Swiss Climate Challenge può essere integrata in qualsiasi app. Il processo può essere testato con aziende interessate, città, comuni, eventi, scuole, al fine di motivare i propri clienti, collaboratori, partecipanti, membri o alunni ad adottare una mobilità rispettosa del clima. Prerequisito necessario è un’app con un elevato numero di utenti, in cui possa essere integrata la Swiss Climate Challenge e l’intenzione di avviare un dialogo con gli utenti dell’app offrendo un contributo comune alla protezione del clima.

7. La Swiss Climate Challenge è disponibile anche per altre aziende, eventi o organizzazioni?

La Swiss Climate Challenge è stata lanciata per motivare in modo divertente il maggior numero possibile di persone ad adottare una mobilità rispettosa del clima. La moltiplicazione della sua portata attraverso le app di aziende, eventi, scuole, ONG o altre organizzazioni è espressamente auspicata. Il tool della Swiss Climate Challenge è messo a disposizione a un costo conveniente.


8. Che tipo di dati vengono raccolti per la Swiss Climate Challenge?

Il tool si basa sui dati relativi alla posizione e al movimento individuali raccolti sul telefono cellulare. I dati di localizzazione descrivono la posizione dell’utente e sono necessari per il confronto dei dati GPS con i geodati (il cosiddetto «geomatching») con lo scopo di determinare infine i tragitti percorsi. I dati di movimento descrivono il profilo di movimento (ad esempio il modello di accelerazione) e sono necessari per determinare il mezzo di trasporto utilizzato.


9. Come vengono raccolti i dati relativi alla mobilità?

Prima di utilizzare questi dati relativi alla mobilità, sono necessari obbligatoriamente il consenso esplicito (opt-in) e la registrazione dell’utente. I dati sulla mobilità vengono raccolti dopo la registrazione e l’attivazione tramite opt-in dei dati relativi alla posizione e al movimento. Il tool interroga periodicamente i dati di localizzazione del telefono cellulare per restituirli in forma di dati analizzati.


10. Come e dove vengono memorizzati e protetti i miei dati?

Occorre distinguere ii seguenti dati e modifiche:

Dati di registrazione:

gli utenti si registrano con il proprio numero di cellulare,  che viene impiegato per garantire la reidentificazione dell’utente quando usa l’app.

Dati sulla posizione e sul movimento:

solo dopo la registrazione e il consenso (opt-in) per rendere accessibili i dati sulla posizione e sul movimento dell’utente, questi dati relativi alla mobilità vengono raccolti e pseudonimizzati per ogni singolo utente sui server della società MotionTag. I dati sulla posizione e sul movimento costituiscono la base affinché MotionTag possa convertire le dichiarazioni sul comportamento in termini di mobilità sotto forma di emissioni di CO2. Solo MotionTag e Swisscom hanno accesso ai dati pseudonimizzati.

Dati rilevanti per il clima e dati di contatto:

le emissioni di CO2, le distanze percorse per mezzo di trasporto e l’impatto sulla temperatura del pianeta vengono calcolati da Motion Tag sulla base dei dati relativi alla mobilità pseudonimizzati e memorizzati nell’app sul telefono cellulare del rispettivo utente. Inoltre, i dati rilevanti per il clima vengono memorizzati temporaneamente e analizzati da Swisscom.

I dati rilevanti per il clima possono essere inoltre condivisi dall’utente per potersi confrontare con altri partecipanti, fornendo così un ulteriore incentivo per la protezione del clima. Per ogni contatto nella rubrica vengono caricati e memorizzati in forma pseudonomizzata nell’App Cloud di Swisscom il numero di cellulare e un numero di identificazione. Questo è necessario per consentire il confronto con altri partecipanti. Gli utenti possono decidere autonomamente se desiderano o meno condividere i propri dati rilevanti per il clima con altri utenti nel propria rubrica.

Dati aggregati per ulteriori utilizzi:

sulla base dei dati aggregati (vale a dire insiemi di dati basati su almeno 20 persone) della Swiss Climate Challenge, Swisscom, in collaborazione con l’EPFL, l’ETH di Zurigo o Motion Tag, può commissionare analisi che servano a sviluppare soluzioni per la mobilità e per città più rispettose del clima. Solo i risultati derivati da queste analisi, e nessun dato personale, vengono trasmessi a terzi (come ad es. le Città dell'energia svizzere). I dati sono completamente anonimizzati mediante l’aggregazione. Non esiste alcuna possibilità di tracciare i singoli individui. Questi dati non possono nemmeno essere utilizzati per scopi pubblicitari.
Sono esclusi ulteriori utilizzi.

11. Cosa sono i dati aggregati?

I dati aggregati sono insiemi di dati che non possono essere ricondotti a un singolo individuo. Questo avviene combinando i dati di diverse persone (in questo caso almeno 20) in modo che solo il valore di gruppo resti riconoscibile. A differenza dei dati pseudonimizzati relativi alla posizione e al movimento, i dati aggregati non consentono di trarre conclusioni sulla posizione di un individuo. Nell’ambito della Swiss Climate Challenge, i set di dati aggregati vengono utilizzati solo per soluzioni elaborate in collaborazione con università selezionate o con MOTIONTAG per lo sviluppo di una mobilità efficiente e per la protezione del clima di comuni e città.

12. Come posso negare l’utilizzo dei miei dati in un secondo momento dopo aver dato il consenso iniziale?

L’utente può annullare l’iscrizione alla Swiss Climate Challenge in qualsiasi momento. Da quel punto in poi, non verranno più raccolti ulteriori dati relativi alla mobilità nell’app. Inoltre, è possibile attivare e disattivare il rilevamento della posizione e dei dati di movimento e di fitness in qualsiasi momento nelle impostazioni del telefono cellulare.  

Se si desidera eliminare immediatamente tutti i dati già raccolti, è possibile contattare info@swissclimatechallenge.ch.


13. Per quanto tempo saranno conservati i miei dati? Posso annullare l’iscrizione?

L’utente può annullare l’iscrizione alla Swiss Climate Challenge in qualsiasi momento. Da quel punto in poi, non verranno più raccolti ulteriori dati relativi alla mobilità nell’app. I dati sulla mobilità pseudonimizzati e i dati calcolati rilevanti per il clima verranno conservati sui server solo per la durata della campagna Swiss Climate Challenge. Se gli utenti annullano l’iscrizione alla Swiss Climate Challenge, non verranno raccolti ulteriori dati. Se si desidera comunque cancellare immediatamente i dati, è possibile contattare l'indirizzo Auskunft.Datenschutz@swisscom.com.

14. Come vengono calcolate le mie emissioni di CO2 e il loro impatto sul clima?

Le emissioni di CO2 vengono calcolate in base alle distanze effettivamente percorse con i rispettivi mezzi di trasporto. A tal fine, vengono utilizzati i fattori di emissione di CO2 di Mobitool e lo studio Fraunhofer «Bilancio dei gas a effetto serra nella e-mobilità» di febbraio 2019.

Sulla base del comportamento in termini di mobilità registrato e delle corrispondenti emissioni di CO2, viene estrapolata l’impronta di CO2 della mobilità. La scala delle temperature indica il riscaldamento globale medio che risulterebbe entro la fine del secolo se tutti sulla terra si comportassero come l’utente in termini di mobilità.

Le emissioni di CO2 nella Swiss Climate Challenge non sono composte solo dalle emissioni dirette derivanti dai mezzi di trasporto, ma includono anche l’energia grigia, vale a dire la produzione e lo smaltimento del veicolo, la fornitura di energia necessaria per il funzionamento del veicolo nonché la costruzione di strade e binari e la manutenzione del veicolo. 

15. Perché il termometro indica 1,5 °C, anche se non sto causando emissione di CO2?

Con l’accordo di Parigi, 197 Paesi hanno concordato di raggiungere un riscaldamento globale medio ben al di sotto dei 2 °C, preferibilmente solo 1,5 °C. Livelli di riscaldamento più elevati porterebbero a eventi meteorologici estremi dagli effetti drammatici e a conseguenze sulla società e sull’economia.

L’1,5 °C è raggiunto dalle emissioni già provocate. Ciò significa che per rispettare il limite di 1,5 °C non si devono provocare ulteriori emissioni di CO2. Questo spiega perché il punto di partenza sul termometro è 1,5 °C. Come temperatura finale indichiamo 1,75 °C, che si trova ancora ben al di sotto dei 2 gradi e permette una certa quantità di emissioni di CO2 derivanti dalla mobilità.

16. Quanto sono accurate le classificazioni relative alla mia mobilità nell’app?

Nel frattempo, l’accuratezza della classificazione della mobilità ha raggiunto il 96% circa per i dispositivi IoS e il 94% circa per i dispositivi Android.

Tuttavia, l’applicazione è molto più precisa nelle aree urbane che in quelle rurali. Questo è dovuto al fatto che nelle zone rurali la rete di antenne è meno densa rispetto a quella utilizzata nelle aree urbane per definire la posizione approssimativa come base per una determinazione più rapida e precisa della posizione tramite GPS. Inoltre, i telefoni cellulari a volte non riescono a ricevere i dati dai satelliti, ad esempio se la connessione al satellite viene interrotta da una montagna.

Se un mezzo di trasporto non è indicato in modo corretto, è possibile apportare una correzione manualmente. Nonostante il costante miglioramento, possono verificarsi errori di tracciamento che possono essere corretti manualmente nell’app. In questo modo, il sistema impara sempre di più ed è in grado di migliorare costantemente.

Può capitare che alcuni apparecchi Android interrompano il tracciamento per risparmiare la carica della batteria. La Swiss Climate Challenge è fortemente ottimizzata dal punto di vista energetico, quindi non ci sarebbe in realtà alcuna ragione per farlo.

Affinché l’app funzioni correttamente e tracci i percorsi in background, occorre disabilitare l’ottimizzazione della batteria per l’app nelle impostazioni dello smartphone. Su alcuni modelli, in particolare quelli prodotti da Huawei, Samsung, OnePlus e Xiaomi, ci sono modalità di risparmio della batteria personalizzate dai produttori e specifiche per le app, che si attivano automaticamente quando il telefono cellulare non viene utilizzato per un certo periodo di tempo. Di conseguenza, il sistema operativo non permette alle app di funzionare in background e le chiude quando sono inattive, per estendere la durata della batteria. Per abilitare la piena funzionalità dell’app, è necessario modificare le impostazioni dell’apparecchio. La seguente panoramica mostra alcune possibilità di configurazione dei vari modelli di smartphone. (Per informazioni complete sulle impostazioni del telefono cellulare che impediscono l’attività delle app in background e su come cambiarle visitare dontkillmyapp.com).

HTC

Impostazioni del telefono > Batteria > Modalità di risparmio energetico > Ottimizzazione della batteria > Selezionare l’app MOTIONTAG > Non ottimizzare > Fine.

Huawei

Impostare l’alimentazione su «Normale» e aggiungere l’app a «App protette» (Impostazioni > Impostazioni avanzate > Batteria Manager > App protette > MOTIONTAG App ON).

LG

Con Android 6 o successivo: Impostazioni > Batteria e risparmio energetico > Utilizzo della batteria > Ignora le ottimizzazioni > Attivare per l’app MOTIONTAG.

Motorola

Con Android 6 o successivo: Batteria > Menu a tre punti in alto a destra > Ottimizzazione della batteria > Non ottimizzate > Tutte le applicazioni > Selezionare l’app MOTIONTAG > Non ottimizzate.

OnePlus

Le impostazioni di OxygenOS: Batteria > Ottimizzazione batteria > Tutte le app > Selezionare l’app MOTIONTAG > Non ottimizzare.

Samsung

Impostazioni > App > MOTIONTAG > Batteria > Ottimizza uso batteria > Trovare l’app MOTIONTAG > Disattivare il toggle.

Sony

Con Android 6 o successivo: Batteria > Menu a tre punti in alto a destra> Ottimizzazione batteria > App > MOTIONTAG App > Off.

Xiaomi MIUI OS: Con Android 6 o successivo: Impostazioni del telefono > Impostazioni aggiuntive > Batteria e prestazioni > Gestisci uso batteria > App > app MOTIONTAG OPPURE Impostazioni > Batteria e prestazioni > Modalità risparmio energetico delle app > Selezionare l’app >MOTIONTAG > Nessuna restrizione.

Impostazioni dei servizi di localizzazione

Assicurarsi che i servizi di localizzazione siano impostati su Alta precisione Impostazioni > Impostazioni aggiuntive > Privacy > Posizione > Impostare su alta precisione OPPURE Impostazioni > Connessioni > Posizione > Imposta su alta precisione.

Reset A-GPS

Eseguire un reset A-GPS: Installare l’applicazione «GPS Status & Toolbox», poi nel menu dell’app > Strumenti > Gestisci stato A-GPS > Ripristina.

17. Come fa il tool a sapere se mi sto muovendo a piedi, in bicicletta, in treno, in aereo, in autobus o in auto?

L’azienda MOTIONTAG ha come obiettivo la produzione di analisi intelligenti della posizione e il miglioramento costante della propria attività. Attraverso i dati di localizzazione è possibile determinare il percorso in base al tempo che è stato necessario a percorrerlo. Ad esempio, l’esperienza dimostra che a una velocità di 100 km/h, gli utenti stanno viaggiando in auto o in treno. Inoltre, i dati di movimento e di fitness giocano un ruolo importante, interpretando i modelli di movimento. È possibile distinguere un autobus e un'auto in quanto l’autobus si ferma ripetutamente alle fermate, mentre l’auto avanza di solito in modo costante. Inoltre, la rete di trasporto pubblico è coperta. Se l’auto si allontana dal percorso del trasporto pubblico, questo può aiutare a distinguere un’auto da un treno.

18. Quanto grava il tracciamento sulla batteria?

Il tracciamento è ottimizzato dal punto di vista del consumo di energia, in modo tale da gravare il meno possibile sulla batteria del telefono cellulare. Può succedere che l’app richieda un po’ più di batteria se ci si sposta molto o se si consulta spesso la valutazione.

Può capitare che alcuni apparecchi Android interrompano il tracciamento per risparmiare la carica della batteria. La Swiss Climate Challenge è fortemente ottimizzata dal punto di vista energetico, quindi non ci sarebbe in realtà alcuna ragione per farlo.  Le istruzioni su come disattivare questa funzione di protezione sui dispositivi Android per la Swiss Climate Challenge si trovano alla domanda «Quanto sono precise le classificazioni relative alla mia mobilità nell’app?» sopra.

19. Cosa devo fare se l’app si blocca?

È normale che il tracciamento mostri il percorso con un leggero ritardo. L'aggiornamento dei dati potrebbe pertanto richiedere alcune ore.

Tuttavia, se l’app non funziona si possono provare i seguenti passaggi:

·       Chiudere e riaprire l’app

·       Chiudere l’app anche in background e riaprirla  

·       Cancellare la registrazione dalla Swiss Climate Challenge e registrarsi nuovamente  

·       Disattivare e riattivare i dati di posizione e di movimento

·       Riavviare il telefono cellulare

·       Reinstallare l’app

·       Contattare: info@swissclimatechallenge.ch

Contatto:  info@swissclimatechallenge.ch

Indietro